Oi ne'!

capitale periferia

Se faccio un figlio lo chiamo Precario

1 Commento

Se clicchi trovi l'album di foto completo

Se clicchi trovi l’album di foto completo della serata

Domenica 27 dicembre a partire dalle 18:30 presso il Circolo Arci Mumble Rumble in Via Vincenzo Loria 35 a Pastena (Salerno) si terrà l’incontro Se faccio un figlio lo chiamo Precario nell’ambito della rassegna Oi ne’ – esperimenti provinciali.

Lontano dalle luci del centro proveremo a esprimere nelle forme più significative come l’arte, la musica e la scrittura, il disagio e le possibilità del nostro territorio. Seguendo la “direzione Periferia” presenteremo il libro Capitale periferia: 12 autori, 14 testi, 4 fotografie il primo prodotto editoriale di Oi ne’.
Lo faremo in compagnia di Davide Speranza, giornalista de La Città e Francesco Savastano, Festival Precario. Per l’occasione, inaugureremo con Giuseppe Criscito la biblioteca condivisa “Bla Bla” del circolo Mumble Rumble.
Ragazzi della periferia, studenti, precari, scrittori, blogger, giornalisti. Come nella tradizione antica, Capitale periferia è una miscellanea di racconti nati dalla narrazione orale prima ancora di essere pensati come libro.

Successivamente ci sarà Pre-cario diario: reading letterario dove 8 autori affrontano la settimana del precario, composta da 8 giorni (dal lunedì al lunedì). L’accompagnamento al piano sarà a cura del musicista Ivan Donatiello.
8 testi che cercheranno di raccontare la precarietà di chi non riesce ad immaginarsi un futuro al di là del proprio contratto a termine. Una condizione che si ripercuote sugli affetti, sulla costruzione della propria identità: sempre più insicura e incline a gesti spettacolari e estremi.

Infine la serata si concluderà con una selezione di “musica a tempo indeterminato”.
Durante tutto l’evento un’intera sala sarà destinata ad Arte intermittente: estemporanee di pittura e di disegno, installazioni audiovisive ispirate ai temi della giornata.
 

Recapiti: Oi ne’ – esperimenti provinciali – Email. oinesalerno@gmail.com – Ref. Emanuele cell. 3202856185 – Marco cell. 3896797738 – Giuseppe cell. 3298779477

Pagina Facebook: Oi ne’ – esperimenti provinciali
Scarica gratuitamente l’ebook Capitale periferia

se faccio un figlio lo chiamo precario salerno

Annunci

Autore: Oi ne' Salerno

Oi ne’ è un grido. Ti sveglia, ti sollecita. Ti fa tornare coi piedi in terra e guardare al reale." "Oi ne’ – esperimenti provinciali” nasce dal ciclo di incontri “Cronache dal Sud”, esperienza campana iniziata nel novembre del 2013 e dedicata ad una serie di iniziative politiche, letterarie e musicali sulla questione meridionale. Lo scorso dicembre si è svolta la prima rassegna salernitana di due appuntamenti dal titolo “Salerno: esperimenti meridionali nella città del silenzio” nei quali gli “Scrittori a km 0” ed il gruppo musicale “Sparvieri” hanno condotto una maratona letteraria e musicale dai vicoli storici alla periferia della città. Il ciclo di incontri “Oi ne’ – Esperimenti provinciali” risponde a quel grido che sveglia e stimola la sperimentazione, il dialogo ed il racconto. È il richiamo che mette in circolo le intelligenze e le sensibilità a km zero.

One thought on “Se faccio un figlio lo chiamo Precario

  1. Pingback: Se faccio un figlio lo chiamo Precario – ebook collettivo | Oi ne'!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...